Salta il contenuto
Mutismo-selettivo-che-cosè-e-che-cosa-significa-per-i-bambini

Mutismo selettivo: che cos’è e che cosa significa per i bambini

Che cos’è il mutismo selettivo?

Il mutismo selettivo è l’incapacità di parlare nei contesti sociali, pur essendo in grado di parlare in un ambiente confortevole. Ciò si verifica più frequentemente quando i bambini iniziano a frequentare la scuola. Possono avere abitudini di eloquio normali a casa, ma non riescono ad interagire con i loro insegnanti e compagni di classe quando arrivano a scuola. Il livello di comunicazione che il bambino può avere dipenderà dalla gravità e dai sintomi particolari del loro mutismo selettivo.

È classificato come un disturbo d'ansia che generalmente inizia durante la prima infanzia e può persistere in età adulta se non trattato. Detto questo, come altri disturbi d'ansia, trattare il mutismo selettivo può essere impegnativo e richiede pazienza, sostegno e, spesso, terapia. 

Mutismo selettivo: che cos’è e che cosa significa per i bambini

Segni di mutismo selettivo

Come accennato in precedenza, il mutismo selettivo spesso inizia nella prima infanzia e viene notato per la prima volta quando un bambino inizia a interagire con individui al di fuori della propria famiglia. Il più grande segnale di avvertimento del mutismo selettivo è la differenza nella capacità di interagire e collaborare con persone sconosciute. Ciò si manifesta spesso con improvviso silenzio o espressioni facciali immobili.

Alcune cose che si possono notare se il bambino presenta mutismo selettivo sono:

  • evita il contatto visivo con le persone con le quali non si sente a proprio agio;
  • appare timido e chiuso;
  • sembra disinteressato, imbronciato o persino scortese;
  • appare nervoso o a disagio con gruppi di persone che non conosce;
  • ha una postura rigida o tesa;
  • mostra scarso coordinamento in aree con più persone o con persone che non conosce;
  • sembra testardo o turbato, si arrabbia quando i genitori gli pongono delle domande, o fa i capricci quando torna a casa da scuola.

Falsi miti comuni sul mutismo selettivo

Come accade con molti altri tipi didisturbi d'ansia, ci sono molti falsi miti o idee sbagliate sul mutismo selettivo che possono danneggiare le persone che lo manifestano, specialmente se sono bambini. Rispetto ai falsi miti sul mutismo selettivo, ce ne sono quattro di grande portata. Sono i seguenti:

  1. Il mutismo selettivo è raro.In realtà, il mutismo selettivo non è così raro come pensano molte persone (compresi i professionisti della salute e i ricercatori). Questa convinzione ha portato a molte diagnosi precoci mancate.
  2. Il bambino “sceglie” di non parlare. Il mutismo selettivo è un disturbo d'ansia, non un disturbo comportamentale. Non sceglie di non parlare né si vuole impuntare.
  3. Si tratta solo di “timidezza”.La grande differenza tra il mutismo selettivo e la timidezza è che i bambini timidi funzionano comunque negli ambienti sociali. Per i bambini con mutismo selettivo, tuttavia, le cose non stanno così. Piuttosto, si immobilizzano.
  4. È un aspetto collegato all’autismo.Non vi è alcuna connessione o correlazione registrata tra il mutismo selettivo e l'autismo. Il vostro bambino può, tuttavia, avere entrambi i disturbi. Ma il fatto che ne abbia uno, non significa che sia a “rischio più elevato” per l’altro.

Che cosa causa il mutismo selettivo?

Il mutismo selettivo, come molti altri disturbi d'ansia, può derivare da molte cause diverse oppure può essere difficile risalire ad una singola causa. È noto, tuttavia, che esso è associato all’ansia. Ad esempio, quando il bambino o la bambina si separa dalla famiglia (come quando va a scuola), può diventare ansioso o ansiosa e l’ansia può trasformarsi in mutismo selettivo. Inoltre, supponiamo che il bambino abbia un impedimento nell’eloquio, difficoltà linguistiche o non abbia familiarità con la lingua parlata attorno a sé. Questi casi possono rendere una nuova situazione ancora più stressante per loro.

Inoltre, alcuni bambini possono essere inclini al sovraccarico sensoriale, e trovarsi in un nuovo ambiente con nuove persone, nuovi rumori e nessuna familiarità può essere troppo stressante per loro. Di conseguenza, in queste situazioni potrebbero chiudersi e non essere in grado di parlare con gli altri.

In che modo viene diagnosticato il mutismo selettivo?

Diagnosticare tempestivamente il mutismo selettivo è il modo migliore per aiutare il bambino a superarlo e a prepararsi per una vita soddisfacente. Se non trattato, il mutismo selettivo può continuare negli anni dell'adolescenza e persino nell'età adulta, portando a un basso livello di autostima, isolamento e disturbo d'ansia sociale.

In che modo, dunque, viene diagnosticato il mutismo selettivo? Il mutismo selettivo richiede una diagnosi professionale che si può ottenere da un logopedista. Si può contattare il medico se si sospetta che il bambino soffra di mutismo selettivo e il medico dovrebbe essere in grado di indicare un terapeuta fidato.

Che cos’è il mutismo selettivo e che cosa significa per i bambini

A seconda della gravità del mutismo selettivo, il bambino può manifestare sintomi diversi. Ad esempio, nei casi gravi, il bambino potrebbe non essere in grado di comunicare in alcun modo (scritto, parlato o gestuale) con persone al di fuori della sua zona di comfort. D'altra parte, un bambino con una forma meno severa di mutismo selettivo può essere in grado di offrire semplici gesti per rispondere alle domande o, in alcuni casi, anche brevi risposte.

Ricordate e spiegate ad altri adulti che possono essere sconcertati da questi comportamenti (come gli insegnanti che cercano di far lavorare insieme i bambini sotto l’aspetto sociale), che il mutismo selettivo non è una scelta. Vostro figlio o vostra figlia non è testardo o testarda, semplicemente non è in grado di parlare in certi contesti.

Il vostro bambino o la vostra bambina può sentirsi criticato o criticata dagli altri quando parla, a causa della balbuzie o di altri aspetti del suo modo di parlare con i quali non si sente a suo agio. Potrebbe temere di confondersi mentre parla e di essere deriso o derisa dalle persone. Anche se non ha problemi a parlare a casa, il bambino può sentirsi stressato o bloccato in ambienti in cui non è a suo agio.

Cosa si dovrebbe fare quando si interagisce con qualcuno che manifesta mutismo selettivo?

Mentre il trattamento del mutismo selettivo è essenziale per garantire che il bambino non sviluppi altri disturbi d'ansia gravi più tardi nella sua esistenza, è importante non spingere il bambino in modo troppo insistente. Ciò può causare ansia maggiore e ritardare il suo progresso.

Quindi, invece di spingere il bambino a superare costantemente il suo mutismo selettivo, cercate di seguire queste linee guida per interagire con lui.

  • Ignorate il suo silenzio, non sollecitatelo costantemente a parlare.
  • Scegliete giochi che non richiedano il linguaggio verbale.
  • Insegnategli a volersi bene.
  • Supportare le modalità con le quali comunica con gli altri.
  • Non lodatelo ogni volta che dice qualcosa, potrebbe avere la sensazione di essere sempre ascoltato, forse più di altri.
  • Aiutatelo a mantenere il contatto con i coetanei, ma senza spingerlo a parlare.
  • Non criticatelo, specialmente se non parla correttamente o sbaglia a pronunciare alcune parole.

Se siete un insegnante e cercate di comunicare meglio con i vostri studenti che presentano mutismo selettivo, date un'occhiata a questo foglio informativo della John Hopkins Medicine.

Conclusione

Che siate genitori, insegnanti o qualsiasi altra persona che interagisce con un bambino con mutismo selettivo, questi suggerimenti dovrebbero aiutarvi a comunicare in modo più efficace e a promuovere migliori connessioni con questi bambini. Ricordate, il mutismo selettivo non è segno di un bambino difficile o testardo. È invece un disturbo d’ansia che può anche essere estremamente frustrante per il bambino.

Dunque, se c’è una cosa che occorre tenere a mente di questo articolo, è che bisogna ricordarsi di essere d’aiuto e gentili con i bambini che presentano mutismo selettivo.

 Copyright Upbility 2022

Miti riguardo il mutismo selettivo

Altri e libri sulla psicologia 

Testi con attività pratiche per genitori

Testi con attività pratiche per bambini affetti da disturbi dello spettro autistico 

Libri suggeriti: 

Puoi anche leggere: 

mutismo selettivo
Articolo precedente 10 Modi per fornire al tuo bambino le abilità per prevenire gli abusi sessuali
Articolo successivo Studio dell’impatto sull’apprendimento dovuto alla pandemia