Scopri i nostri nuovi libri! Clicca qui

OFFERTA SPECIALE

Sconto del 10% sulla serie "Situazioni sociali - Flip Cards".

87J31EWVEN

Test del disturbo ossessivo compulsivo (DOC) - Gratuito Online

Se pensa di avere un disturbo ossessivo compulsivo, è naturale che abbia molte domande. Faccia il nostro breve test diagnostico per aiutarla a determinare se ha bisogno di essere valutato da un professionista della salute mentale.

Loading...

Per chi è?

Questo test, l'Obsessive Compulsive Inventory-Revised (OCI-R), è stato ideato per le persone che sospettano di essere affette da Disturbo Ossessivo-Compulsivo (DOC). Dato il suo scopo di strumento auto-riportato con 18 voci accuratamente selezionate, mira a catturare l'essenza dei sintomi del DOC attraverso un semplice sistema di punteggio.

Le persone che si accorgono di essere frequentemente impegnate in pensieri o azioni ripetitive, come l'eccessiva organizzazione, il lavaggio delle mani o l'esecuzione di rituali, e ritengono che questi comportamenti disturbino la loro vita quotidiana, sono incoraggiate a sottoporsi a questo test.

Un punteggio di 21 punti o superiore indica che l'individuo potrebbe aver bisogno di una valutazione professionale per il disturbo ossessivo compulsivo. Questo test serve come passo iniziale per coloro che si interrogano sull'impatto dei loro pensieri e comportamenti sulla loro qualità di vita, guidandoli a capire se devono cercare un'ulteriore valutazione da parte di un professionista della salute mentale.

È valido?

In uno studio iniziale, i risultati mostrano che l'OCI-R è sensibile agli effetti del trattamento e che il cambiamento pre-test e post-test su questo strumento riflette il miglioramento del disturbo ossessivo compulsivo e dei sintomi associati di depressione, ansia e funzionamento generale. L'OCI-R non era sensibile al miglioramento della percezione dei pazienti dell'insignificanza dei sintomi del disturbo ossessivo compulsivo.

In un ulteriore studio, l'analisi fattoriale di conferma ha confermato una soluzione a sei fattori. Lo strumento ha mostrato anche una buona validità convergente e ha funzionato bene nel distinguere l'OCD da altri disturbi d'ansia. L'OCI-R è raccomandato come strumento empiricamente validato che può essere utilizzato in un'ampia gamma di contesti clinici e di ricerca per la ricerca sull'OCD.

Domande

Che cos'è il disturbo ossessivo-compulsivo?
Il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) è una condizione di salute mentale caratterizzata da pensieri indesiderati e intrusivi (ossessioni) e da comportamenti ripetitivi o atti mentali (compulsioni) che la persona si sente spinta a compiere in risposta a questi pensieri. Queste ossessioni e compulsioni richiedono molto tempo e causano un disagio significativo o una compromissione del funzionamento sociale, lavorativo o di altre aree importanti.

Quali sono i sintomi comuni del disturbo ossessivo compulsivo?
Tra i sintomi più comuni vi sono l'eccessiva pulizia o il lavaggio delle mani, il controllo ripetitivo (ad esempio, per vedere se una porta è chiusa a chiave), le routine o gli schemi rigidi e il bisogno di simmetria o ordine. Le ossessioni possono includere la paura di infezioni, la paura di fare del male a se stessi o agli altri, o pensieri sessuali o religiosi spiacevoli.

Come viene diagnosticato il disturbo ossessivo compulsivo?
Il disturbo ossessivo compulsivo viene diagnosticato attraverso colloqui clinici, che spesso includono strumenti di valutazione e scale standardizzate. I professionisti della salute mentale valutano la presenza di ossessioni e compulsioni, il loro impatto sul funzionamento della persona ed escludono altri disturbi mentali che potrebbero spiegare i sintomi.

Il disturbo ossessivo-compulsivo può scomparire da solo?
Il disturbo ossessivo compulsivo è di solito una condizione cronica che può fluttuare nella sua gravità nel tempo. Sebbene i sintomi possano migliorare o peggiorare, spesso non scompaiono completamente senza trattamento. Tuttavia, esistono trattamenti efficaci che possono aiutare a gestire i sintomi e a migliorare la qualità della vita.

Quali sono i trattamenti disponibili per il disturbo ossessivo compulsivo?
I principali trattamenti per il disturbo ossessivo compulsivo sono la terapia cognitivo-comportamentale (CBT), in particolare la prevenzione dell'esposizione e della risposta (ERP), e i farmaci, in particolare gli inibitori selettivi della ricaptazione della serotonina (SSRI). A volte, la combinazione di terapia e farmaci è più efficace.

Il disturbo ossessivo compulsivo è comune?
Sì, il disturbo ossessivo compulsivo è una condizione di salute mentale comune che colpisce adulti, adolescenti e bambini in tutto il mondo. Si stima che circa l'1-2% della popolazione riceverà una diagnosi di disturbo ossessivo compulsivo a un certo punto della sua vita.

I bambini possono avere il disturbo ossessivo compulsivo?
Sì, i bambini possono avere il disturbo ossessivo compulsivo. I sintomi spesso compaiono nella tarda infanzia o nella prima adolescenza, ma il disturbo ossessivo compulsivo può iniziare a qualsiasi età. La diagnosi e il trattamento precoci sono fondamentali per gestire i sintomi e prevenire impatti significativi sullo sviluppo e sulla qualità della vita.

Esiste una cura per il disturbo ossessivo compulsivo?
Sebbene non esista una cura per il disturbo ossessivo compulsivo, la condizione può essere gestita efficacemente attraverso il trattamento. Molte persone con disturbo ossessivo compulsivo possono ottenere un sollievo sostanziale dai sintomi e vivere una vita piena e produttiva.

Lo stress può causare il disturbo ossessivo compulsivo?
Lo stress non causa il disturbo ossessivo compulsivo, ma può peggiorare i sintomi o causare la comparsa di sintomi nelle persone predisposte al disturbo. La gestione dell'ansia è spesso una componente importante del trattamento del disturbo ossessivo compulsivo.

Come posso sostenere una persona con disturbo ossessivo compulsivo?
Sostenere una persona con disturbo ossessivo compulsivo significa informarla sul disturbo, essere paziente e comprensiva, incoraggiare il trattamento e offrire un sostegno pratico. È anche importante evitare di partecipare alle compulsioni della persona e stabilire dei limiti sani.

Informazioni sul copyright

Foa, E.B., Huppert, J.D., Leiberg, S., Hajcak, G., Langner, R., et al. (2002). L'Inventario Ossessivo Compulsivo: sviluppo e validazione di una versione breve. Psychological Assessment, 14, 485-496.
QUESTE INFORMAZIONI NON INTENDONO SOSTITUIRE IL GIUDIZIO CLINICO O GUIDARE IN ALCUN MODO LA CURA DEL SINGOLO PAZIENTE.