Scopri i nostri nuovi libri! Clicca qui

OFFERTA SPECIALE

Sconto del 10% sulla serie "Situazioni sociali - Flip Cards".

87J31EWVEN

16 domande frequenti sul ritardo del linguaggio n. 1

16-domande-frequenti-sul-ritardo-del-linguaggio-n.1

Foteini Velentza |

Il ritardo del linguaggio è una condizione in cui un bambino ha difficoltà a produrre suoni vocali o in cui il suo sviluppo del linguaggio è significativamente più lento rispetto a quello di altri bambini della sua età. Il ritardo del linguaggio è una condizione relativamente comune, che colpisce circa il 5-10% dei bambini in età prescolare.

Esistono diverse possibili cause del ritardo del linguaggio nei bambini, tra cui fattori genetici, ritardi nello sviluppo, problemi di udito e fattori ambientali come la mancanza di esposizione al linguaggio. In alcuni casi, il ritardo del linguaggio può essere associato a condizioni più gravi, come l'autismo o la paralisi cerebrale. Anche il fatto di vivere in un ambiente familiare bilingue può influire sulla produzione di parole e linguaggio del bambino.

I sintomi del ritardo del linguaggio possono variare a seconda del bambino, ma possono includere la difficoltà a formare le parole, l'uso di gesti al posto delle parole per comunicare, un vocabolario limitato e la difficoltà a seguire semplici istruzioni.

Fortunatamente, il ritardo del linguaggio può essere trattato con un intervento e un trattamento precoci. Un logopedista è la persona responsabile a cui rivolgersi per valutare lo sviluppo del linguaggio del bambino. La terapia logopedica può aiutare i bambini a migliorare le loro capacità di comunicazione, a sviluppare una migliore comprensione del linguaggio e ad aumentare il loro vocabolario.

 ritardo nel linguaggio 1. A che età i bambini di solito parlano? 

In generale, i bambini con uno sviluppo normale (Tsiantis & Alexandridis, 2008):

  • tra il 6° e il 10° mese di età, si parla,
  • tra l'8° e il 10° mese si sviluppa la comprensione delle parole,
  • all'età di 12-13 mesi inizia l'enunciazione di parole (inizio del linguaggio)
  • tra il 12° e il 24° mese si sviluppa la combinazione di parole (frasi)
  • a partire dai 2 anni si assiste a un rapido sviluppo della struttura grammaticale (morfologia e sintassi)
  • all'età di 3 anni padroneggia le strutture morfosintattiche di base della lingua madre
  • all'età di 4 anni ha imparato e applica le regole grammaticali fondamentali 

2. Cosa dovrebbe fare un bambino di 12-24 mesi?

  • Guarda un libro o un gioco per circa due minuti,
  • Segue e comprende semplici istruzioni/comandi accompagnati da gesti come "dammi",
  • Risponde a semplici domande non verbali (ad esempio, indicando), come "Dov'è il tuo naso?
  • Riconosce oggetti di uso quotidiano, immagini e membri della famiglia,
  • Pronuncia alcune parole, ad esempio nomina un oggetto o una persona (la pronuncia può non essere chiara),
  • Cerca di imitare semplici parole,
  • Può chiedere informazioni su un semplice oggetto, ad esempio un biscotto o un giocattolo,

 3. Mio figlio ha 20 mesi e dice solo "mamma, papà, nonno, ata, nani e poche altre parole"? Devo preoccuparmi?

ritardo nel linguaggioA quest'età e verso i 2 anni, siamo abbastanza interessati alla percezione del bambino e poi testiamo la capacità di linguaggio.

Pertanto il bambino dovrebbe:

  • camminare
  • imitare il comportamento dei genitori o dei bambini più grandi (ad esempio, fingere di parlare al telefono)
  • Agitarsi in compagnia di altri bambini (ad esempio, al parco giochi o nel parco giochi)
  • Indicare l'oggetto o l'immagine che si nomina (ad esempio, animali, giocattoli)
  • Indicare le parti del corpo e i vestiti
  • Seguire semplici istruzioni (ad esempio, prendere il bicchiere, mostrare il bicchiere).
  • Imitare i suoni degli animali o di altri oggetti
  • Tentare di imitare sillabe o piccole parole
  • Si rivolge al suo nome e vi ascolta quando gli parlate.

Per parlare di ritardo nel linguaggio, il vocabolario del bambino deve rimanere stabile (cioè non arricchito) o essere inferiore a 15 parole all'età di 2,5-3 anni.

 4. È colpa mia? Non gli ho parlato abbastanza o correttamente e ho causato questo?

La maggior parte delle ricerche concorda sul fatto che le condizioni di vita disagiate, la povertà, la psicopatologia dei genitori, l'inadeguatezza dei modelli linguistici in famiglia, la mancanza di stimoli quantitativi e qualitativi, il bilinguismo, la deprivazione psico-emotiva e l'abuso sui bambini sono associati a ritardi nelle funzioni cognitive e linguistiche.

Inoltre, circa il 39% dei bambini con disturbi del linguaggio ha un parente di primo grado con lo stesso disturbo o con una storia di disturbi del linguaggio, rispetto al 3% della popolazione generale.

L'esordio del linguaggio di un bambino, tuttavia, non è determinato da quanto parla un genitore. D'altronde, questo viene spiegato ai genitori che hanno due figli e uno di loro parla in ritardo. La madre o il padre hanno fatto qualcosa di meno al bambino con ritardo nel linguaggio? La risposta è ovvia! Quando un bambino inizierà a parlare dipende dal suo ritmo e dal suo "materiale". Il logopedista si occupa di valutare le cause di questo ritardo e di fornire al bambino gli stimoli adeguati per l'avvio del linguaggio.

5. Quali sono le cause del ritardo del linguaggio? Quali sono le sue cause?

Sebbene questa domanda sia comune, spesso non è facile rispondere. Le possibili "cause" di un disturbo del linguaggio nei bambini sono molteplici. Alcune sono molto evidenti, altre purtroppo sono ancora sconosciute o quantomeno incerte.

Alcune cause comuni sono: perdita dell'udito, infezioni croniche dell'orecchio, difetti congeniti alla nascita, danni cerebrali prima, durante o dopo la nascita, lesioni cerebrali traumatiche o ictus, sindromi, ritardo mentale, difficoltà di linguaggio o di apprendimento, compromissione della discriminazione uditiva, sviluppo ritardato associato alla prematurità, debolezza o compromissione del movimento articolatorio, disturbi sensoriali,

Disturbi specifici del linguaggio. Alcuni bambini presentano un ritardo nel linguaggio/comunicazione senza alcuna ragione apparente. Possono avere uno sviluppo tipico, ma sono solo ritardati.

6. Il ritardo nel parlare potrebbe "nascondere" qualcos'altro?

ritardo nel linguaggio Il ritardo nel parlare può essere una manifestazione di numerosi disturbi (Alexander, 1999), quali:

  • Ritardo maturativo (ritardo dello sviluppo del linguaggio)
  • Disturbo del linguaggio espressivo (afasia espressiva dello sviluppo)
  • (Sordità evolutiva (sordità evolutiva privazione del linguaggio)
  • Ritardo mentale
  • Bilinguismo
  • Privazione psicosociale
  • Autismo
  • Salivazione selettiva
  • Afasia da reclutamento
  • Paralisi cerebrale

7. Il mio bambino ha 2,5 anni. Dice pochissime parole. È stato valutato da un logopedista che mi ha indirizzato a un terapista dello sviluppo. Che cos'è uno specialista dello sviluppo?

La valutazione dello sviluppo è un processo che mira a comprendere più a fondo le capacità motorie, sociali, uditive, linguistiche, visuo-motorie e critiche del bambino e le opportunità offerte dalla famiglia e dall'ambiente educativo per raggiungere il suo migliore potenziale di sviluppo.

Un pediatra specialista dello sviluppo è lo scienziato con la formazione e l'esperienza adeguate per diagnosticare e fornire un intervento specializzato per i bambini con: Ritardo nello sviluppo, difficoltà di apprendimento, dislessia, ritardo nel linguaggio, disturbi del comportamento, disturbi di tipo autistico, deficit di attenzione e/o iperattività, ritardo mentale, bambini intelligenti/carismatici, disturbi delle abilità motorie, problemi di sviluppo dei bambini prematuri e dei bambini con malattie neurologiche croniche. Se necessario, lo specialista dell'età evolutiva si occupa anche di ulteriori esami medici prima della diagnosi.

test-per-valutare-le-abilita-linguistiche-3-4-anni? sviluppo-delle-abilita-grafo-fonologiche

 

Contenuto originale del team di redazione di Upbility. È vietata la riproduzione di questo articolo, in tutto o in parte, senza indicare il nome dell'editore. 

Puoi anche leggere:  

Libri suggeriti: