Scopri i nostri nuovi libri! Clicca qui

OFFERTA SPECIALE

Sconto del 10% sulla serie "Situazioni sociali - Flip Cards".

87J31EWVEN

Disturbo bipolare in età pediatrica: miti e fatti

Disturbo-bipolare-in-età-pediatrica-miti-e-fatti

Foteini Velentza |

Il disturbo bipolare, una condizione di salute mentale caratterizzata da drastici cambiamenti di umore, energia e livelli di attività, è spesso associato agli adulti. Tuttavia, non fa discriminazioni in base all'età e può colpire anche i bambini. È importante avere una conoscenza accurata del disturbo bipolare pediatrico per poter sostenere efficacemente le persone che ne sono affette. Sfortunatamente, c'è una quantità significativa di disinformazione e di miti che circondano questa condizione, che possono portare a diagnosi errate, trattamenti inappropriati e inutili stigmatizzazioni. Questo articolo mira a sfatare questi miti e a far luce sui fatti relativi al disturbo bipolare pediatrico.

Capire il disturbo bipolare

Il disturbo bipolare, noto in passato come malattia maniaco-depressiva, è caratterizzato da sbalzi d'umore estremi che comprendono alti (mania o ipomania) e bassi (depressione). Non si tratta dei tipici sbalzi d'umore, ma di un'intensità tale da interferire con le attività quotidiane e influenzare negativamente la qualità della vita.

I bambini e gli adulti possono avere sintomi simili al disturbo bipolare, ma ci possono essere delle differenze. I bambini affetti da disturbo bipolare hanno spesso sbalzi d'umore più rapidi e possono non avere chiari periodi di benessere tra un episodio e l'altro. Possono anche manifestare sintomi più lievi, come intensi scatti d'ira o esplosioni di rabbia.

Esistono diversi tipi di disturbo bipolare, come il disturbo bipolare I, il disturbo bipolare II e il disturbo ciclotimico, ognuno dei quali ha una serie specifica di sintomi e criteri diagnostici. La comprensione di queste tipologie può aiutare a identificare e gestire il disturbo in modo più efficace.

Miti e fatti comuni sul DB pediatrico

Disturbo bipolare in età pediatrica: Mito 1: i bambini non possono avere il disturbo bipolare

Vero: anche se è vero che il disturbo si manifesta spesso nella tarda adolescenza o nella prima età adulta, i bambini possono effettivamente soffrire di disturbo bipolare. Il disturbo bipolare pediatrico, sebbene meno comune di quello degli adulti, è una condizione grave che richiede attenzione e trattamento.

Mito 2: il disturbo bipolare è solo una fase o uno sbalzo d'umore

Vero: il disturbo bipolare è una condizione di salute mentale cronica, non una fase passeggera o un tipico sbalzo d'umore. Comporta stati emotivi estremi che durano per lunghi periodi di tempo e influenzano significativamente la vita della persona. Distinguere tra normali sbalzi d'umore e disturbo bipolare nei bambini può essere difficile, ma è fondamentale per garantire un trattamento adeguato.

Mito 3: La cattiva educazione dei genitori causa il disturbo bipolare

Vero: il disturbo bipolare è una condizione complessa che non ha un'unica causa. Si ritiene che derivi da una combinazione di fattori genetici, biochimici e ambientali. Le situazioni di stress o i conflitti possono scatenare gli episodi, ma non sono la causa del disturbo. Pertanto, incolpare i genitori per il disturbo bipolare di un bambino non è né accurato né utile.

Mito 4: i bambini con disturbo bipolare non possono vivere una vita normale

Vero: anche se la gestione del disturbo bipolare può essere impegnativa, i bambini affetti da questa patologia possono vivere una vita soddisfacente con un trattamento e un sostegno adeguati. Una diagnosi precoce, l'uso di farmaci efficaci, la psicoterapia e un forte sistema di supporto possono migliorare notevolmente la capacità del bambino di affrontare il problema e di crescere.

Mito 5: Tutti gli sbalzi d'umore nei bambini indicano un disturbo bipolare

Vero: i bambini, soprattutto gli adolescenti, spesso sperimentano sbalzi d'umore come parte del loro normale sviluppo, a causa dei cambiamenti ormonali e di altri fattori. Sebbene gli sbalzi d'umore possano essere un sintomo del disturbo bipolare, non tutti gli sbalzi d'umore indicano questa condizione. È importante rivolgersi a un professionista se gli sbalzi d'umore sono gravi, persistono nel tempo e interferiscono con il funzionamento quotidiano del bambino.

 empatia parla-con-me-uno-strumento-educativo-e-terapeutico 

Mito 6: Se un genitore soffre di disturbo bipolare, il figlio ne sarà sicuramente affetto

Vero: anche se il disturbo bipolare ha una componente genetica e può essere diffuso nelle famiglie, ciò non significa che un bambino lo erediterà sicuramente se uno dei genitori ne è affetto. Significa solo che il bambino è più a rischio rispetto ai bambini i cui genitori non hanno il disturbo

Mito 7: i bambini affetti da disturbo bipolare sono solo sfiduciati o manipolatori

Vero: il comportamento dei bambini con disturbo bipolare può essere spesso interpretato erroneamente come sfidante o manipolativo. Tuttavia, questi comportamenti sono sintomi della loro malattia e non atti di sfida intenzionali. Comprendere questo aspetto può aiutare a gestire il disturbo e a comunicare efficacemente con il bambino.

Mito 8: I farmaci per il disturbo bipolare rendono i bambini privi di emozioni o "zombie".

Vero: alcuni farmaci possono causare effetti collaterali come la letargia o la schiettezza emotiva, ma questo non è l'effetto terapeutico previsto. Se un bambino sperimenta tali effetti collaterali, è importante consultare un operatore sanitario per modificare il regime farmacologico. L'obiettivo del trattamento è aiutare il bambino a gestire efficacemente i sintomi, non a sopprimere completamente le emozioni.

Mito 9: La terapia di dialogo non è utile per i bambini con disturbo bipolare

Vero: sebbene i farmaci siano spesso una componente fondamentale nella gestione del disturbo bipolare, anche la psicoterapia o terapia orale è incredibilmente utile. La terapia cognitivo-comportamentale può aiutare i bambini a comprendere i loro pensieri e sentimenti, a gestire l'ansia e ad affrontare le situazioni sociali. La terapia incentrata sulla famiglia può anche fornire alle famiglie migliori strategie di comunicazione e di coping.

Mito 10: Un bambino con disturbo bipolare non sarà mai in grado di vivere in modo indipendente

Vero: il disturbo bipolare è una condizione cronica, ma con un trattamento efficace e strategie di gestione, le persone affette da questo disturbo possono vivere in modo indipendente e con successo. L'intervento precoce, il trattamento continuo e un forte sistema di supporto sono fondamentali per aiutare il bambino nel percorso verso l'indipendenza.

L'importanza della diagnosi precoce

Disturbo bipolare in età pediatrica: miti e fatti La diagnosi del disturbo bipolare nei bambini può essere difficile a causa della sovrapposizione dei sintomi con altre condizioni e dei segni sottili nei modelli di sbalzi d'umore. Tuttavia, la diagnosi precoce è fondamentale perché il disturbo bipolare non trattato può portare a un peggioramento dei sintomi e a difficoltà in varie aree della vita, tra cui gli studi e le relazioni sociali.

Genitori, educatori e operatori sanitari svolgono un ruolo fondamentale nell'osservazione precoce dei segni del disturbo bipolare nei bambini e negli adolescenti. Una diagnosi precoce può aprire la strada a un intervento tempestivo, migliorando significativamente la prognosi.

Opzioni di trattamento per il disturbo bipolare pediatrico

Disturbo bipolare in età pediatrica: miti e fatti

 Il trattamento del disturbo bipolare pediatrico prevede solitamente una combinazione di farmaci e psicoterapia. Farmaci come gli stabilizzatori dell'umore, gli antipsicotici o gli antidepressivi possono aiutare a gestire i sintomi. La psicoterapia o "talk therapy" può fornire strategie per gestire i sintomi, affrontare il disturbo e le sfide quotidiane.

La psicoeducazione, una forma di terapia che comprende l'educazione al disturbo sia per il bambino che per la sua famiglia, è un'altra parte fondamentale del trattamento. Può aiutare tutte le persone coinvolte a comprendere meglio la condizione, a identificare i fattori scatenanti degli episodi di umore e ad apprendere strategie efficaci per gestire il disturbo.

Anche le modifiche allo stile di vita, come il mantenimento di un programma di sonno regolare, un'alimentazione sana, l'esercizio fisico regolare e la limitazione della caffeina e del tempo trascorso sullo schermo, possono fare una differenza sostanziale.

Sostenere un bambino con disturbo bipolare

un bambino con disturbo bipolare

 Sostenere un bambino con disturbo bipolare comporta un approccio olistico. Ecco alcuni suggerimenti:

Educazione. Informatevi il più possibile su ciò che sta vivendo vostro figlio. Questa conoscenza non solo vi aiuterà a capire cosa sta vivendo vostro figlio, ma vi renderà anche migliori difensori delle sue esigenze.

Contatti: Incoraggiate conversazioni aperte sul disturbo e sui suoi effetti. Questa apertura può contribuire a ridurre i sentimenti di isolamento o di stigmatizzazione che vostro figlio potrebbe provare.

Routine: Stabilire e mantenere una routine quotidiana può dare un senso di stabilità al bambino con disturbo bipolare.

Sostegno professionale: lavorate a stretto contatto con i professionisti della salute mentale. Possono fornire preziosi consigli e strategie per aiutare a gestire i sintomi del bambino e ad affrontare le situazioni difficili.

Gruppi di sostegno: Considerate la possibilità di partecipare a gruppi di sostegno per genitori e famiglie di bambini affetti da disturbo bipolare. Condividere le esperienze con altre persone che affrontano sfide simili può dare conforto, ridurre il senso di isolamento e fornire consigli pratici.

Il disturbo bipolare pediatrico è una condizione grave, ma con un'informazione accurata, una diagnosi precoce, un trattamento efficace e un forte sistema di supporto, i bambini affetti da questo disturbo possono vivere una vita soddisfacente. Sfatando i miti e condividendo i fatti su questo disturbo, possiamo migliorare la comprensione, ridurre la stigmatizzazione e promuovere risorse migliori per i bambini e le famiglie che devono affrontare il disturbo bipolare.

Questo viaggio non è facile, ma ricordate che non siete soli. Rivolgetevi, cercate aiuto e continuate a parlare. Insieme, possiamo fare la differenza nella vita dei bambini affetti da disturbo bipolare.

Contenuto originale del team di redazione di Upbility. È vietata la riproduzione di questo articolo, in tutto o in parte, senza indicare il nome dell'editore.

Puoi anche leggere: