Scopri i nostri nuovi libri! Clicca qui

OFFERTA SPECIALE

Sconto del 10% sulla serie "Situazioni sociali - Flip Cards".

87J31EWVEN

Ridurre Ecolalia Autismo: Ripetizioni Significative

Ridurre Ecolalia Autismo: Ripetizioni Significative

Foteini Velentza |

L’ecolalia, spesso intesa come semplice ripetizione di suoni o parole, è profondamente legata allo sviluppo e ai percorsi comunicativi di molti bambini autistici. Questa forma di linguaggio, sebbene a volte sia considerata un’imitazione senza senso, ha un significato profondo. Una ricerca più approfondita e la comprensione dell’ecolalia possono aiutare gli assistenti, gli insegnanti e i coetanei a entrare in contatto più profondamente con le persone autistiche. L’ecolalia è una componente significativa dello sviluppo linguistico nei bambini autistici. Con l'età, l'ecolalia scompare nella maggior parte dei bambini, che sviluppano pensiero indipendente e imparano a comunicare in modo efficace.

Che cos'è l'ecolalia?

L’ecolalia è l’atto di ripetere suoni, parole o frasi udibili ed è una parte naturale dello sviluppo del linguaggio dei bambini. È un comportamento che si manifesta in due modi: ecolalia immediata (ripetizione non appena si sente qualcosa) e ecolalia ritardata (ripetizione dopo un intervallo di tempo) (Rybak, 2019).

Ecolalia e autismo

L'ecolalia nello sviluppo autistico

Sebbene l’ecolalia si manifesti in varie fasi e condizioni dello sviluppo, è particolarmente diffusa nei bambini con disturbo dello spettro autistico. Infatti, Tager-Flusberg e Calkins (1990) hanno suggerito che fino al 75% degli individui autistici verbali mostrano ecolalia nella loro comunicazione.

Perché l'ecolalia è più di una semplice ripetizione

Una forma di comunicazione: Anche se un bambino autistico non può produrre un linguaggio spontaneo, l’ecolalia fornisce un ponte per il coinvolgimento. Quando un bambino autistico ripete una domanda invece di rispondere direttamente, può elaborare le informazioni, indicare che ha ascoltato la domanda o usare la ripetizione come precursore di una risposta (Prizant & Duchan, 1981). L'ecolalia può essere vista come una modalità di comunicazione che aiuta i bambini autistici a interagire con gli altri.

Apprendimento del linguaggio: L’ecolalia fornisce un’impalcatura da cui partire per costruire le abilità linguistiche. La ripetizione di frasi e frasi aiuta i bambini autistici a comprendere la sintassi, gli schemi e i ritmi del linguaggio, fungendo da prova per un futuro discorso indipendente (Stribling, Rae, & Dickerson, 2007).

Comprensione di sé: Frasi e suoni familiari possono essere confortanti. I bambini autistici, che possono sperimentare un sovraccarico sensoriale, possono usare l’ecolalia come meccanismo di radicamento, riecheggiando frasi familiari per calmarsi (Woynaroski et al., 2016).

Scenario: Una variante dell’ecolalia, lo scripting consiste nella ripetizione di dialoghi tratti da programmi televisivi, film o libri. I bambini autistici possono usare i copioni per trasmettere emozioni, rispondere alle situazioni o navigare nelle interazioni sociali (Stiegler, 2015).

Ecolalia e autismo  Ecolalia e autismo

Approfondimento dell'argomento: Le funzioni dell'ecolalia

Elaborazione e comprensione: I bambini autistici possono usare l’ecolalia per guadagnare tempo ed elaborare ciò che viene detto. Non si tratta di un semplice ritardo, ma di un impegno attivo e di una comprensione del linguaggio nel loro modo unico (Tager-Flusberg, 1981). L'ecolalia è uno dei sintomi comuni nei bambini con disturbo dello spettro autistico.

Interazione sociale: per alcuni, l’ecolalia serve come strumento per mantenere un’interazione sociale. Ripetendo le frasi, possono rimanere attivi in una conversazione anche se non possono produrre un linguaggio spontaneo (Prizant & Duchan, 1981).

Linguaggio espressivo: anche se può sembrare controintuitivo, ripetere una frase già sentita può essere un modo innovativo per comunicare desideri, sentimenti o bisogni. Ad esempio, un bambino autistico può ripetere una battuta di uno spettacolo in cui un personaggio ha sete per indicare che vuole dell’acqua (Stiegler, 2015).

Aiuto alla memoria: L’ecolalia ritardata può servire come strumento per la memoria. La ripetizione di informazioni, come istruzioni o programmi, può favorire il rinforzo e la memoria (Prizant & Duchan, 1981).

Comprendere il ruolo dell'ecolalia nell'autismo

Ecolalia e autismo

Riconoscere il valore e le funzioni dell’ecolalia può trasformare le interazioni con le persone autistiche:

Pazienza: Comprendere che l’ecolalia è un processo essenziale incoraggia la pazienza, dando all’individuo tutto il tempo necessario per elaborare e rispondere.

Conversazioni interattive: Invece di scoraggiare l’ecolalia, la si può usare come strumento di coinvolgimento. Per esempio, se una domanda riecheggia, si può riformularla o elaborarla per guidare la conversazione (Prizant & Duchan, 1981).

Ambiente di supporto: la creazione di un ambiente in cui le persone autistiche si sentano sicure di usare l’ecolalia senza essere criticate può aumentare la loro fiducia e ridurre l’ansia, favorendo una migliore comunicazione nel tempo (Woynaroski et al., 2016). L'ecolalia è una delle stereotipie comuni osservate nei bambini autistici.

Conclusione

Lungi dall'essere una ripetizione arbitraria, l'ecolalia è uno strumento essenziale e multifunzionale, soprattutto per le persone autistiche. Accogliendola e comprendendola, apriamo le porte a connessioni più ricche e profonde con bambini e adulti autistici.

La comprensione del variegato mondo delle persone autistiche richiede un apprendimento continuo. L'ecolalia, con i suoi strati e le sue complessità, offre un piccolo ma importante sguardo su questo mondo.

  autismo 

Contenuto originale del team di redazione di Upbility. È vietata la riproduzione di questo articolo, in tutto o in parte, senza indicare il nome dell'editore.