Scopri i nostri nuovi libri! Clicca qui

OFFERTA SPECIALE

Sconto del 10% sulla serie "Situazioni sociali - Flip Cards".

87J31EWVEN

Capire lo streptococco

Capire lo streptococco

Capire lo streptococco Sintomi, trattamento e suggerimenti per la prevenzione

Se c'è un gruppo di batteri che ha lasciato il segno sulla salute umana, quello è lo Streptococco. Dalla causa di semplici mal di gola a condizioni pericolose per la vita, questi colpevoli microbici non sono da sottovalutare. Ma cosa sono esattamente questi batteri e come fanno a provocare un tale disastro? Facciamo un tuffo e scopriamolo.

Punti di forza

  • Lo streptococco è un batterio Gram-positivo responsabile di malattie da lievi a gravi.
  • I sintomi delle infezioni da streptococco comprendono mal di gola, febbre e ingrossamento dei linfonodi del collo.
  • Le misure di prevenzione contro lo streptococco prevedono il lavaggio regolare delle mani e la vaccinazione per le popolazioni ad alto rischio.

Svelare lo Streptococco: Un colpevole microbico

streptococcoLo streptococco, un gruppo di batteri Gram-positivi, è responsabile di una serie di malattie che variano per gravità. Lo spettro delle malattie causate da questi batteri va da malattie lievi come la gola da streptococco a condizioni gravi, come la fascite necrotizzante e la sindrome da shock tossico da streptococco. È importante capire quando e come si manifestano le malattie da streptococco per poter prevenire e trattare efficacemente queste infezioni.

È interessante notare che questi batteri hanno anche un ruolo significativo nei processi industriali e lattiero-caseari.

Le basi del batterio streptococco

I batteri streptococco sono:

  • Nonmotili
  • Cocci non sporigeni
  • Si trovano in coppie o catene
  • Caratterizzati dall'assenza dell'enzima catalasi
  • Caratterizzato dalla presenza di proteine strutturali come le proteine M, che facilitano l'attaccamento alle cellule epiteliali dell'ospite

Questi batteri si trovano comunemente sulla pelle e sulla gola e possono causare un'infezione cutanea nell'uomo.

Un'infezione gassosa grave può sviluppare una malattia gassosa invasiva quando i batteri si infiltrano ulteriormente nell'organismo, portando potenzialmente a una malattia invasiva. È fondamentale comprendere i fattori che contribuiscono all'insorgenza della malattia da gas invasiva per sviluppare strategie di prevenzione e trattamento efficaci.

Malattie causate dallo Streptococco

Le infezioni da streptococco possono causare un'ampia gamma di malattie, tra cui:

  • Trasporto asintomatico
  • Infezioni lievi come la gola da streptococco
  • Infezioni cutanee come l'impetigine
  • Malattie invasive come la fascite necrotizzante e la sindrome da shock tossico da streptococco (STSS)
  • Le manifestazioni più gravi delle malattie invasive da streptococco di gruppo A sono la fascite necrotizzante e la STSS.

Le malattie gravi possono essere attribuite ad alcuni ceppi di streptococco di gruppo A, che producono tossine ed enzimi che portano a shock, danni agli organi e distruzione dei tessuti.

Segni e sintomi delle malattie da streptococco

Le infezioni da streptococco si presentano con una varietà di sintomi che dipendono dalla malattia specifica. Le indicazioni e le manifestazioni più comuni comprendono:

  • mal di gola
  • difficoltà a deglutire
  • mal di testa
  • febbre
  • tonsille rosse e gonfie
  • macchie bianche sulle tonsille
  • linfonodi ingrossati nel collo

Riconoscere lo streptococco

Caratterizzata da un forte mal di gola, fastidio alla deglutizione e febbre, la gola da streptococco è un'infezione comune. Altri sintomi includono tonsille infiammate e ingrossate e linfonodi sensibili nella parte anteriore del collo. I sintomi si manifestano generalmente da 2 a 5 giorni dopo l'esposizione al batterio.

Identificazione delle infezioni streptococciche gravi
Le manifestazioni delle infezioni streptococciche gravi possono includere infezioni del flusso sanguigno (batteriemia) e condizioni come la scarlattina, che si manifesta con eruzione cutanea, mal di gola e febbre alta. L'eruzione cutanea associata alla scarlattina inizia tipicamente sul viso o sul collo e si estende poi al torace, al tronco, alle braccia e alle gambe. È caratterizzato da un aspetto rosso e irregolare e può presentare una consistenza simile alla carta vetrata.

Come si diffonde e infetta lo streptococco

streptococco

 I batteri streptococcici si diffondono attraverso diversi metodi, tra cui tosse o starnuti, contatto con ferite o piaghe infette e durante il parto vaginale. Inoltre, i portatori asintomatici, che non mostrano segni di infezione, possono comunque trasmettere il batterio ad altri.

Le infezioni invasive da streptococco di gruppo A insorgono quando le difese dell'organismo vengono penetrate dai batteri, spesso a causa di ferite aperte o di immunità compromesse da condizioni di salute.

Vie di trasmissione

Lo streptococco può diffondersi attraverso:

  • goccioline respiratorie quando un individuo infetto tossisce o starnutisce, rilasciando così i batteri nell'aria. Successivamente, queste goccioline possono essere inalate da altri, facilitando la trasmissione del batterio.
  • Contatto diretto con gli scarichi dal naso e dalla gola di persone infette.
  • Contatto con ferite infette.

I batteri dello streptococco sono in grado di rimanere vitali su una superficie asciutta per un periodo che va da 3 giorni a 6,5 mesi, il che indica il potenziale di trasmissione attraverso il contatto con superfici contaminate.

Fattori di rischio per lo sviluppo della malattia invasiva da GAS

Alcuni fattori di rischio possono aumentare la suscettibilità a sviluppare la malattia invasiva da GAS. Questi includono condizioni di salute preesistenti come il diabete e il cancro, il sottoporsi a dialisi renale e il contatto ravvicinato con una persona infetta da GAS. Tutte queste condizioni possono portare a cambiamenti nel sistema immunitario, riducendo potenzialmente la capacità dell'organismo di combattere le infezioni.

Diagnosi delle infezioni da streptococco

streptococco

Una diagnosi accurata delle infezioni da streptococco è fondamentale per un trattamento adeguato. La diagnosi prevede esami di laboratorio, tra cui:

  • Test della bacitracina
  • Test dell'antigene A di Lancefield
  • Test Strep A
  • Coltura della gola
  • Test rapido di rilevamento dell'antigene
  • Test ASO

La diagnosi si basa anche su colture ottenute da campioni clinici, che in alcuni casi possono includere espettorato, sangue o liquido cerebrospinale.

Test di laboratorio per una diagnosi accurata

L'individuazione dello Streptococco in una coltura della gola comporta le seguenti fasi:

  • Tamponare la parte posteriore della gola con un bastoncino di cotone sterile.
  • Porre il tampone in un terreno di coltura.
  • Inviare il tampone a un laboratorio per l'analisi.
  • I risultati si ottengono in genere entro 24-48 ore.

Inoltre, i test di rilevamento rapido dell'antigene (RADT) utilizzati per la diagnosi dello Streptococco funzionano identificando particolari antigeni prodotti dai batteri. Questi test sono in grado di fornire risultati rapidi in circa cinque-dieci minuti, rendendoli adatti alla diagnosi point-of-care.

Importanza della diagnosi precoce

La diagnosi precoce delle infezioni streptococciche offre numerosi vantaggi, tra cui il trattamento tempestivo, la prevenzione delle complicanze e la riduzione della trasmissione dell'infezione. La diagnosi precoce svolge un ruolo cruciale nel trattamento, in quanto consente di iniziare rapidamente l'assunzione di antibiotici, che rappresentano il trattamento principale per le infezioni da streptococco.

Aiuta a prevenire le complicazioni, a ridurre la durata dei sintomi e ad attuare misure di isolamento adeguate per il controllo della malattia, contenendo la diffusione dell'infezione.

Combattere lo streptococco: Trattamento antibiotico e sfide

streptococco

Il trattamento principale per le infezioni da streptococco è costituito dagli antibiotici. La penicillina è il farmaco preferito sia per le malattie lievi che per quelle gravi causate dallo streptococco, compresa la malattia invasiva da streptococco di gruppo A. Tuttavia, il problema della resistenza agli antibiotici nello Streptococco sta diventando sempre più preoccupante e può essere influenzato da vari fattori, quali:
  • aumento della resistenza agli antibiotici
  • giovane età
  • isolamento dal tratto respiratorio superiore
  • ospedalizzazione
  • residenza in un'area urbana
  • frequenza dell'asilo nido

streptococco

Un aspetto critico della gestione delle patologie streptococciche è la prevenzione della loro diffusione. Il lavaggio regolare e accurato delle mani è fondamentale per prevenire la trasmissione delle infezioni da streptococco. È importante lavarsi le mani frequentemente, soprattutto dopo aver tossito o starnutito, prima dei pasti e dopo aver usato la toilette.

Igiene e cura delle ferite

I metodi efficaci di lavaggio delle mani includono:

  • bagnare le mani con acqua pulita
  • Creare una schiuma di sapone
  • Strofinare le mani davanti e dietro, tra le dita e sotto le unghie per almeno 20 secondi.
  • Risciacquare accuratamente con acqua pulita
  • Asciugare con un asciugamano pulito o all'aria
Per prevenire efficacemente le infezioni da streptococco è importante:
  • Lavarsi regolarmente le mani
  • Utilizzare un disinfettante per le mani
  • Praticare un corretto galateo degli starnuti e dei colpi di tosse per ridurre al minimo la diffusione di goccioline respiratorie infette.

Seguendo queste misure, è possibile ridurre la probabilità di trasmettere l'infezione ad altri.

Vaccinazione e misure di salute pubblica

Nonostante il loro scarso utilizzo, i vaccini contro lo pneumococco hanno dimostrato efficacia e sicurezza iniziali, ottenendo l'approvazione in vari Paesi, tra cui gli Stati Uniti. Altri streptococchi hanno ancora vaccini in fase sperimentale, il che indica la necessità di ulteriori ricerche e sviluppi.

D'altra parte, le principali linee guida per la vaccinazione pneumococcica nelle popolazioni ad alto rischio prevedono la vaccinazione per:

  • tutti i neonati e i bambini di età inferiore ai 2 anni
  • tutti gli adulti di età pari o superiore a 65 anni
  • adulti con fattori di rischio per malattia pneumococcica o esiti avversi gravi
  • individui immunocompromessi
  • fumatori adulti di sigarette di età compresa tra i 19 e i 64 anni.

Condizioni post-streptococco

Le condizioni che si verificano comunemente dopo un'infezione da Streptococco includono:

  • Febbre reumatica acuta
  • Artrite reattiva post-streptococcica
  • Disturbi neuropsichiatrici autoimmuni pediatrici
  • Glomerulonefrite post-streptococcica

Queste condizioni sono potenzialmente in grado di provocare effetti duraturi, tra cui la malattia renale cronica derivante dalla glomerulonefrite post-streptococcica.

È quindi importante capire come gestire questi effetti cronici e monitorare le potenziali complicazioni.

Gestione degli effetti cronici

La gestione della malattia renale cronica derivante dalla glomerulonefrite post-streptococcica prevede:

  • controllare i sintomi e prevenire ulteriori danni renali
  • Attuare aggiustamenti dietetici, come la limitazione dell'assunzione di sale e acqua.
  • Utilizzo di diuretici prescritti
  • Gestione dell'ipertensione arteriosa
  • Monitoraggio dei livelli di proteine nelle urine
  • Ricevere un'assistenza continua da parte di uno specialista dei reni.

Inoltre, grazie a screening regolari, si facilita la gestione proattiva per rallentare o arrestare la progressione della malattia renale, prevenendo così i danni ai reni.

Monitoraggio delle complicanze

Per garantire un'adeguata valutazione e gestione di eventuali complicazioni, i pazienti con una storia di infezione streptococcica devono seguire i consigli del proprio medico curante per quanto riguarda i controlli medici. Le potenziali complicazioni derivanti da infezioni streptococciche non trattate comprendono infezioni dell'orecchio e della pelle e, in rari casi, complicazioni potenzialmente letali.

Per monitorare le complicazioni delle infezioni da streptococco si eseguono test come il test dello Strep A, esami del sangue, colture della gola e test di rilevamento rapido dell'antigene.

Sintesi

Lo streptococco è un gruppo di batteri che ha un impatto significativo sulla salute umana, causando una serie di malattie da lievi a gravi. La diagnosi precoce e il trattamento appropriato sono fondamentali per gestire queste infezioni. Le misure di prevenzione, come il mantenimento di una buona igiene, un'adeguata cura delle ferite e le vaccinazioni, possono contribuire a controllare la diffusione di queste infezioni. La gestione degli effetti cronici e il monitoraggio delle complicazioni sono essenziali per le persone che hanno contratto un'infezione da streptococco. Con l'approfondimento delle conoscenze sullo streptococco, possiamo migliorare le nostre strategie di prevenzione, diagnosi e trattamento, migliorando in ultima analisi i risultati sanitari per le persone colpite da questi batteri.

Domande frequenti
Come si contrae un'infezione da streptococco?

Le infezioni da streptococco sono causate dai batteri dello Streptococco di Gruppo A (GAS), che possono essere trasmessi attraverso le goccioline respiratorie prodotte da tosse o starnuti, nonché attraverso il contatto diretto con la pelle o le superfici infette. Si diffonde anche attraverso la condivisione di cibi o bevande e può essere raccolta da superfici contaminate.

Qual è la malattia più comune causata dallo Streptococco?

La malattia più comune causata dallo Streptococco è l'infezione della gola (faringite), seguita dall'infezione delle tonsille (tonsillite), dalla scarlattina, dalle piaghe cutanee (impetigine) e dalle infezioni della pelle (cellulite). Infezioni gravi, potenzialmente letali, sono rare ma possono verificarsi (iGAS).

Cosa fa lo Streptococco nell'organismo?

Lo streptococco può causare infezioni della pelle, dei tessuti molli e del tratto respiratorio diffondendosi attraverso le goccioline respiratorie e le superfici contaminate. È un tipo di batterio che può causare varie infezioni.

Quali sono i sintomi più comuni delle infezioni da streptococco?

I sintomi più comuni delle infezioni da streptococco sono mal di gola, difficoltà a deglutire, mal di testa, febbre, tonsille rosse e gonfie, macchie bianche sulle tonsille e ingrossamento dei linfonodi del collo. Se si manifestano questi sintomi, è importante rivolgersi tempestivamente a un medico.

Come vengono diagnosticate le infezioni da streptococco?

Le infezioni streptococciche vengono diagnosticate attraverso vari esami di laboratorio, come il test della bacitracina, il test dell'antigene A di Lancefield e la coltura della gola. Per la diagnosi si utilizzano anche il test di rilevamento rapido dell'antigene e il test ASO.

Contenuto originale del team di redazione di Upbility. È vietata la riproduzione di questo articolo, in tutto o in parte, senza indicare il nome dell'editore.